La vipera

Uno dei pericoli principali per chi si avventura nei boschi è la vipera.

Questo rettile, a sangue freddo, solitamente non supera il metro di lunghezza e lo potete riconoscere dalle seguenti caratteristiche essenziali:

  1. Ha la testa triangolare

  2. Ha la pupilla verticale al contrario degli altri che l' hanno tonda.

  3. La sua coda è tozza e cioè termina repentinamente mentre gli altri rettili presentano una diminuzione della conicità lunga e costante

La vipera al sole

Habitat

Predilige i posti assolati e solitamente frequenta i terreni pietrosi ma non disdegna anche zone erbose.

La vipera è sorda, percepisce esclusivamente le vibrazioni trasmesse dal terreno, la sua vista è ottima da vicino mentre a distanza ha difficoltà visive.

Si ciba di piccoli animali, roditori, altri rettili, insetti, pesci, uccelli eccetera.

attenti ai terreni pietrosi  e assolati


La vipera, vicino l'acqua aspetta le sue prede.

Nel periodo invernale è difficile incontrarla mentre a primavera e in autunno la si vede sempre al sole, in questi periodi è intorpidita dal freddo e verosimilmente il suo veleno è meno efficace.

Nel periodo estivo, la troviamo vicino ai corsi d'acqua, stagni, sorgenti, abbeveratoi di mucche eccetera.

In caso  di siccità, fate attenzione ogni qualvolta vi avvicinate all'acqua, spesso ci sono, non solo per dissetarsi ma, per aspettare le loro prede che assetate diventano per lei un facile bersaglio.

I suoi denti hanno una lunghezza di circa 7 mm, quindi mettete sempre pantaloni resistenti ed evitate di andare sbracciati o con le gambe o le caviglie scoperte.

Buona norma è battere il terreno, di tanto in tanto, con un bastone o con il vanghetto, il rettile percepirà le vibrazioni e si allontanerà senza nuocere.

Se la vedete a distanza, non disturbatela, fa parte della natura, del ciclo alimentare e come noi  ha lo stesso diritto vivere. Osservatela, da lontano e notate la sua repulsiva ma stupenda bellezza.Mettete sempre i pantaloni all'interno dei stivali o degli anfibi, eviterete la possibilità che possa salire all'interno.Evitate di sedervi su grandi pietre, e se dovete mettere le mani a terra calzate sempre i guanti.
Occhio, se sentite soffiare vi è molto vicina, muovetevi lentamente per cercare di vedere dove è poi allontanatevi.

Se venite morsi, cercate di non farvi prendere dal panico, procuratevi un piccolo taglio sui fori prodotti dai denti del rettile e cercate di far uscire il sangue con il veleno, poi legate con un laccio a monte l'arto colpito.
Vista in particolare della depressione esercitata dalla speciale ed apposita siringa aspiraveleno

Se siete soli, usate il cellulare e chiamate aiuto.

Di fatto dovete sempre sapere i nomi dei luoghi delle vostre escursioni, i sentieri non hanno via e neanche gli alberi hanno un numero civico!

Il gps in questi casi è determinate, fornire le coordinate ai soccorsi in meno di 20 minuti avrete l'eliambulanza sopra di voi e se non vi cade addosso tutto si risolverà per il meglio! :)

Se non avrete il cellulare, evitate di correre, in tal modo il sangue circolerà velocemente trasportando il veleno,  cercate comunque, con calma, di raggiungere l'auto.

Se l'auto è lontana e non avete il cellulare, usate il siero ma sappiate che questo ha delle controindicazioni pericolose (a mali estremi estremi rimedi).

Se siete soli e non avete il cellulare, l'auto è lontana, siete privi di siero al seguito,  non so che dirvi se non: che Dio ve la mandi buona! Comunque, per rassicurarvi,  il tasso di mortalità e del 1%.A parte gli scherzi!Se avete non dimestichezza con le siringhe ed il siero, usate un succhiaveleno e/o lo stimolatore elettrico polivalente

A sinistra il KIT siero antivipera, difficile da trovare in commercio ma non impossibile, la sua durata è di tre anni se tenuto sempre in frigo, un anno se conservato fuori, comunque leggete le avvertenze e le indicazioni, usatelo solo come ultima ratio
Sopra il Kit siringa aspiraveleno, tascabile, leggero e facile da usare


Sopra lo stimolatore elettronico contro morsi di serpente e punture di insetti, pesci ecc ecc, è uno strumento medicale di classe 2, anch'esso leggero e tascabile, è comprensivo di istruzioni per l'uso, funziona con una pila da 9 volt (non fornita).

LA VIPERA E IL CANE

Il cane, essendo miope, non ha visto la vipera ma ha sentito certamente, oltre al morso,  il suo odore.

Il cane, come ho già detto, è miope mentre da lontano la sua vista è acutissima.

Il nostro amico, si muove sempre con passo felpato e con il naso spesso rasente al suolo.

La vipera non sente il passo felpato del cane e non lo vede se non quando gli è a breve distanza, si sente molestata e attacca il cane mordendolo solitamente sul muso, raramente su una zampa.

Nel caso in cui il cane viene morsicato sul muso dovere fare in fretta e iniettargli il siero, solitamente mezza dose per un cane di taglia media, quindi regolatevi, fatevi consigliare dal vosto Vet la quatità di siero va in base al peso del cane e ad altri fattori.


Il cane incuriosito dall' odore dell'animale si avvicina
La Vipera vendendo a breve distanza il cane e sentendosi molestata si difende attaccando!!!
Fortunatamente il cane è riuscito a scartare ed è salvo, ma ha imparato una lezione, sicuramente la prossima volta appena sentirà l'odore del rettile ci penserà due volte prima di avvicinarsi, siccome non sempre però la fortuna ci assiste.............
   ......addestriamo quidi il cane da tartufo ad evitare la vipera, oltre alla sua, potrebbe anche salvarvi la vostra vita!

Quando vi capita di trovare una vipera che qualcuno ha ucciso di recente, prendetela con i guanti, per evitare di lasciare su di essa il vostro odore, e inseritela in un sacchetto di plastica.

Procuratevi una tagliola o trappola per uccelli e del filo da pesca (un rotolino).

Tagliola per uccelli da me costruita per l'addestramento
Andate, senza i cani, in un sentiero o in un prato e sempre con i guanti, ponete a terra la trappola e caricatela. Mettete il rettile intorno alla trappola.Legate due fili, uno al dispositivo di scatto della tagliola e l'altro sulla testa del rettile.Tornate sul posto con i cani, qualche ora dopo o il giorno dopo, ciò affinché le particelle odorose del vostro corpo siano sparse dal vento e quindi meno intercettabili dal cane.
Avvicinatevi in maniera indifferente alla trappola e siate pronti a tirare i fili che avete precedentemente steso per cinque o sei metri.
Il cane appena intercetterà l'odore dell'animale si avvicinerà alla vipera, noterete che non conoscendola sarà cauto e snaserà continuamente.Se ciò non avviene attirate la sua attenzione tirando il filo collegato al rettile.

Il cane indietreggerà, poi si avvicinerà di nuovo, la curiosità e l'istinto di caccia sarà più forte di lui.

 

Tirato il filo della tagliola, questa si chiude sul muso del cucciolo, il dolore è minimo ma la paura è tanta, la ricorderà per tanto tempo e ogni volta che percepirà quell'odore non si avvicinerà.

 

Appena questi tenterà di raggiungere il rettile, smettete di tirare il filo e state in silenzio,  non incitate il cane in nessun modo se non con il movimento indotto della vipera.

Appena il cane arriverà ad annusarla e si tranquillizzerà, trovandosi sulla verticale della trappola, tirate il filo del meccanismo di scatto.

La trappola si chiuderà sul muso del cane, in tale frangente urlate al cane: ripetuti NOOOOOO e nel contempo saltate all'indietro.

 

Associazione:Lo spavento per la tagliola,  il noooo del capo branco, della paura di entrambi, fanno associare al nostro amico cane: ODORE (vipera)=PERICOLO.Difficilmente riuscirete a ripetere l'esercizio, il cane si terrà lontano da quell'odore anche se voi a chiamarlo, con la vipera vicino.Se saprete leggere i "messaggi" che vi trasmette il  vostro cane, capirete quando la vipera vi è vicina. Il mio pastore tedesco, e un meticcio, con il mio addestramento, ha salvato me e gli altri cani per ben quattro volte!!

siringa aspiraveleno

Questi prodotti li potete acquistare on-line e riceverli direttamente al vostro indirizzo pagando direttamente al corriere all' atto della consegna, visita
la bottega del tartufaio
per appurarne l' attuale disponibilità.

E' un'ottima idea anche per fare un regalo a chi di tanto in tanto si immerge nella natura in totale serenità!

NATURA SI, MA CON PRUDENZA!!


Stimolatore polivalente elettrico 
Qui di seguito un filmatino ove durante la ricerca del tartufo da parte di due appassionati, c'è stato un incontro ravvicinato con un'altra vipera.
Didattica e attrezzatura

Didattica

-DVD addestramento del cane da tartufo Leggi tutto


-DVD didattico per la ricerca del tartufo BIANCO PREGIATO, leggi tutto

-DVD didattico per la ricerca del tartufo ESTIVO leggi tutto

-Descrizione e utilità gps terrestreleggi tutto

 

Occorrente per l'addestramento del cane da tartufo

-Acquista il necessario leggi tutto

 

 


 

Attrezzatura per la ricerca

-Vanghetti per l' escavazione dei tartufi, leggi tutto

-Raspino per l'escavazione del tartufo leggi tutto

-Borse per riporre tartufi e altro leggi tutto

-Trisacca leggi tutto

-Bandana rinfrescante leggi tutto




A tutela del Cane


-Difendiamo il nostro cane da tartufo, leggi tutto

-Museruole leggi tutto

-Cane e vipera, addestramento, leggi tutto


-Siringa aspiraveleno vipera leggi tutto

-Notizie sullo stimolatore elettronico, leggi tutto

-Kit pronto soccorso di medicazione, leggi tutto