Difendiamo il nostro cane dalle trappole mortali!

Premessa

Consapevole dei rischi che corrono in nostri amici cani, ho scritto questo argomento che viene posto in zona aperta e accessibile a tutti, proprio per tutelare i nostri Fido dalle trappole dell'uomo.

 

La piaga dei bocconi avvelenati purtroppo continua a mietere vittime;

la fame di denaro porta questi esseri senza scrupoli a continuare a condannare vittime innocenti.

Parlarne serve a poco, l'importante é agire in modo preventivo e con accessori idonei.

Molti hanno pianto per la sofferenza del loro amico o della sua morte,  solo quando si incappa in una trappola mortale per il proprio amico ci si pente.....dobbiamo pensare che queste cose non accadono solo agli altri, ma tutti siamo potenzialmente destinatari, per volontà o per caso fortuito, di queste gesta delinquenziali.

Il cane per sua natura, ovunque si trovi, viene attratto dagli odori e di sovente ingerisce qualsiasi alimento.

Sappiate che il cane difficilmente mastica, spesso ingoia velocemente.....

Solitamente, nella ricerca del tartufo, portiamo il cane con quel tanto di appetito che lo stimola, quel poco che serve, per una cerca più assidua, per avere in cambio un piccolo bocconcino, che seppur simbolico,  è sempre un piacere per il nostro amico.

Durante la ricerca, il cane può essere attratto da odori vari quali animali morti, escrementi di altri animali o esche avvelenate, quest'ultime:

1)Verosimilmente gettate di proposito da altri ricercatori che voglio eliminare la concorrenza;

2)Verosimilmente dai cacciatori che, al fine di tutelare le specie cacciabili, cercano di  eliminare quelle predatrici quali, volpi, faine etc;

3)Verosimilmente anche dai contadini per eliminare uccelli, topi e lumache, che a spesso volutamente o colposamente usano dosi eccessive di tali veleni, "minando" spesso  intere zone. 

Tali gesti , vietati dalla legge, vengono adottati di sovente e i risultati si sentono ogni anno con la moria di cani e gatti che riempiono la cronaca nera, spesso dimenticata il giorno dopo da chi non viene colpito direttamente.

La scomparsa dell'amico che vi ha sempre accompagnato nelle escursioni o in casa, donandovi gioia, emozioni entusiasmanti o anche un semplice sorriso,  rimane una ferita indelebile per il vostro cuore, io ne ho due che ancora sanguinano!

Ho visto un amico di 76 anni, che ha avuto moltissimi cani da caccia nella sua vita,  piangere per un cucciolo da tartufi che gli avevo regalato, si era affezionato dimostrando una sensibilità particolare, questo cucciolo, dopo aver trovato goffamente tre tartufi alla sua prima uscita, a causa di un boccone alla stricnina, in cinque secondi ha trovato morte davanti ai nostri occhi.........

In quei momenti ti senti impotente....con la stricnina non c'è nulla da fare, è rapidissima e.....siamo tutti impotenti.

Mentre  gli organi competenti continuano la loro opera di prevenzione e repressione,  è  conveniente usare delle precauzioni a tutela dell' integrità fisica del nostro fido.

Durante le escursioni tra monti e valli fate sempre attenzione al vostro cane, seguitelo con lo sguardo e siate sempre pronti ad intervenire.Il cane una volta che ha iniziato una sua azione per un forte stimolo, che voi non avete appurato, di solito la porta a termine a meno che, intervengono, per tempo, fattori esterni che lo distraggono, ad esempio..... un rumore anomalo, un urlo, un fischio che, se seguito dal nostro richiamo, ha come conseguenza l'interruzione dell' azione o dell' 'intenzione posta in essere dal cane.

Fate attenzione, sopra non ho indicato "NO!" perchè ciò è la punizione del cane e voi in questa circostanza non sapete cosa stia facendo, se non siete sicuri evitatelo sempre......Un "NO!" fuori luogo creeerà confusione al cane, sarà timoroso e privo d'iniziativa per paura del vostro "NO" gridato al di fuori dai soliti esercizi di associazione.

Il cane " penserà".....stavo solo annusando....per capire cos'era questo odore e.......mi ha punito! eppure non l'aveva mai fatto, non mi ha fatto mai capire che non dovevo...questo è proprio matto, ora mi metto dietro di lui e non mi muovo più....!"

Il cane di solito si mette di dietro di noi e come gli diciamo qualcosa a volte si mette a pancia in su, in segno di sottomissione, ma in questo caso è sottomissione da paura e ciò è una coercizione morale da evitare assolutamente!

Vi consiglio durante le escursioni di portarvi due manciate di sale da usare nel caso in cui il cane ingerisca potenziali bocconi avvelenati, il sale introdotto forzatamente nella bocca del cane provoca il vomito e spesso gli salva la vita.

Anche l'acqua ossigenata va benissimo, oppure altri prodotti che potete trovare in farmacia ma leggete bene le istruzioni e consigliatevi con il VET per le dosi da somministrare in base alle necessità e alla taglia e razza del vostro cane.

Vi consiglio inoltre di legare al guinzaglio il cane quando, al ritorno dall'escursione, vi state avvicinando alla vostra macchina, perchè proprio nelle vicinanze di questa, i BASTARDI, possono aver  gettato i bocconi per farvi fuori il vostro amico.

Conclusioni 

Posso concludere e credo che condividete che, come sempre, l'affiatamento con il vostro cane, la sua educazione, la sua posizione subordinata, la lettura dei suoi messaggi corporei, saranno determinanti per salvargli la vita.

Per stare tranquilli, senza doverci preoccupare più di tanto possiamo usare una museruola del tipo artigianale, munita di gancio per l'elargizione del premio.La museruola è pur sempre un corpo estraneo per il cane  ma ci si abituerà presto e quando l'ha fatto, potete tenerla più lenta affinchè possa respirare meglio e tirare fuori un po' di lingua per la sua sudorazione-traspirazione, visto che il cane non è munito di ghiandole sudorifere se non  nei polpastrelli delle zampe.

La museruola potete farla calzare gradatamente, aumentate il tempo ogni volta e il gioco è fatto!

Nei periodi estivi, di tanto in tanto, fate una sosta, togliete la museruola e fate bere il cane, ciò lo rinvigorirà nella cerca successiva.
Inizialmente, vi stringerà il cuore vedendolo nel vano tentativo di liberarsi, ma se pensate che ciò serve a salvargli la vita dai quei uomini BASTARDI che minano la serenità dei nostri branchi con l'intenzione di  farci dividere da nostro più fedele amico.

In alcune zone avvelenano anche l'acqua contenuta nei vani dei tronchi degli alberi, le pozze e i rigagnoli, quindi state sempre attenti, è  preferibile portarsi l'acqua per dissetare sia noi che il nostro amico fido.

Se volete sapere qualcosa in più sulle museruole per cani da tartufo e dove acquistarle cliccare qui

Didattica e attrezzatura

Didattica

-DVD addestramento del cane da tartufo Leggi tutto


-DVD didattico per la ricerca del tartufo BIANCO PREGIATO, leggi tutto

-DVD didattico per la ricerca del tartufo ESTIVO leggi tutto

-Descrizione e utilità gps terrestreleggi tutto

 

Occorrente per l'addestramento del cane da tartufo

-Acquista il necessario leggi tutto

 

 


 

Attrezzatura per la ricerca

-Vanghetti per l' escavazione dei tartufi, leggi tutto

-Raspino per l'escavazione del tartufo leggi tutto

-Borse per riporre tartufi e altro leggi tutto

-Trisacca leggi tutto

-Bandana rinfrescante leggi tutto




A tutela del Cane


-Difendiamo il nostro cane da tartufo, leggi tutto

-Museruole leggi tutto

-Cane e vipera, addestramento, leggi tutto


-Siringa aspiraveleno vipera leggi tutto

-Notizie sullo stimolatore elettronico, leggi tutto

-Kit pronto soccorso di medicazione, leggi tutto